Ta’ Qali. Un calice da Meridiana

Ebbene sì, a Malta si fa il vino e lo si fa in maniera eccellente. Due varietà di uve indigene, Gellewza e Girgentina, una varietà di vitigni internazionali come Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Merlot, Sirah e la prima parola che mi viene in mente è “sottovalutato”.

La prendereste mai, ammesso che la troviate, una bottiglia di bianco prodotto a Malta nella vostra enoteca di fiducia?

Ancora una volta Malta mi sorprende e mi conquista. “Sottovalutata”, continua a ridere di me e del mio pressappochismo  svelandosi ad ogni borgo, lasciandomi a bocca aperta davanti i suoi paesaggi, regalandomi ore di felicità da Meridiana, una delle cantine aperte al pubblico nell’arcipelago.

le terrazze sui vigneti di Meridiana Wine Estate
le terrazze sui vigneti di Meridiana Wine Estate

 

Nel cuore agricolo di Malta, Ta’ Qali,  Meridiana ha circa 18 ettari di vigneto e una produzione di 140.000 bottiglie. Mark Miceli Farruggia è il fondatore che nel 1994 ha scelto di piantare e veder crescere su un’ex pista di atterraggio usata durante la seconda guerra mondiale uve Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Merlot, Sirah e Moscato: vini internazionali rigorosamente ed esclusivamente prodotti sul suolo argilloso maltese.

Lo stile e la qualità Antinori che ha scelto Meridiana come avamposto nel Mediterraneo si sentono e vedono tutte nella piccola ed elegante cantina con le sue quasi trecento barrique custodite nel sottosuolo tra i 18° e i 22° gradi. Al piano terra un’area di imbottigliamento, una sala degustazione, uffici, un negozio. Al piano superiore grandi terrazze sui vigneti e su Mdina, l’antica città fortificata. In cima allo stabile la meridiana che dà il nome alla cantina ed è logo aziendale.

Prenotare una visita è facile. Le visite sono frequenti e in più lingue. Per noi lo hanno fatto i nostri amici Ale e Deia fissandola poco prima di pranzo. La scelta si è rivelata azzeccata e la visita la perfetta conclusione di una mattinata trascorsa a Valletta. La cantina l’abbiamo raggiunta con un comodo servizio di taxi presente a Malta simile a Uber, molto pratico ed economico, Ecabs, the black cab company.

Dopo la presentazione della realtà Meridiana e uno step in cantina per vedere le barrique e capire i differenti passaggi in azienda, ci siamo messi comodi sui divanetti colorati della piccola corte interna per scoprire finalmente i vini prodotti qui.

Abbiamo iniziato con un fresco e sapido vermentino Astarte, percependo già la leggerezza delle sere d’estate che stava per arrivare. Siamo poi passati allo Chardonnay Isis e al rosato a base Sirah e Cabernet Sauvignon della linea Fenici. Facile pensare ai caprini e i formaggi freschi con cui li avremmo gustati, possibilmente con un gbejniet, a base di latte di pecora già provato a Rabat.

La versione più stagionata del formaggio invece, o un piatto a base di carne, magari coniglio – che qui sanno cucinare divinamente – li avremmo abbinati a un calice di Melquart, blend di Cabernet Sauvignon e Merlot. O all’ultimo dei vini che scopriamo in casa Meridiana, il Nexus, Merlot in purezza.

Ce lo siamo goduti piano piano pensando già alle bottiglie da portare a casa, in Sicilia, decidendo alla fine per un Baltis , un passito che non abbiamo assaggiato ma siamo certi sarà perfetto con i mqaret, i fagottini ripieni di datteri speziati tipici di Malta, uno dei migliori souvenir dell’isola.

2 commenti su “Ta’ Qali. Un calice da Meridiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: