Agrigento. Solo le monache lo sanno fare

 

Il cous cous dolce di Girgenti…una meraviglia del 1300 il cui segreto è custodito dalle monache cistercensi della Badia Grande del Monastero di Santo Spirito nel centro storico di Agrigento. Grani di semola, zuccata, pistacchio, mandorle, gocce di cioccolato e un velo leggero di cannella.

Fino a poco tempo fa, per assaggiarlo, occorreva risalire le scale che da via Atenea portano sino al monastero. Occorreva suonare un campanello usurato dal tempo ed attendere con pazienza. Se le suore erano disponibili, attraverso una finestrella intarsiata arrivava il prezioso pacchetto avvolto in carta bianca con un nastrino colorato. Altrimenti si rimaneva a bocca asciutta.

Da qualche tempo c’è però una novità: le monache hanno pensato di autofinanziarsi e di arrotondare coi dolcetti ed hanno aperto un punto vendita lungo via Atenea. La Badia Grande, si chiama e insieme al cous cous dolce ci troverete  i buccellati ai fichi e all’arancia, la frutta martorana, i biscotti ricci, il pecoro pasquale e le conchiglie, le paste reali a forma di conchiglia, simbolo di vita e prosperità.

C’è poi un altro modo per gustare cous cous e conchiglie, magari a colazione: dormire al b&b del Monastero di Santo Spirito, accanto il magnifico portale gotico della chiesa…

 

 

 

 

2 Comments on “Agrigento. Solo le monache lo sanno fare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: