Ai 40 metto i tacchi. Forse

Ai 40 metto i tacchi. Ai 40 divento concreta, saggia ed equilibrata.

In realtà quando di anni ne avevo 20, una di 40 era una vecchia, una specie di Matusalemme. E quando ne ho fatti 30, 40 mi sembravano lontanissimi, una specie di traguardo che mi avrebbe regalato obiettivi, consapevolezze, certezze. Di certo ai tacchi non ci pensavo proprio: si andava di sneakers e zeppe.
Oggi che i 40 li ho raggiunti le certezze non sono aumentate ma drasticamente diminuite. E nell’armadio ci sono runners, infradito, stivali e stivaletti, pochi tacchi, qualche ciabatta.
Consapevolezze forse una, che poi è cosa davvero semplice e nota a tutti: dura poco, a volte anche meno. Così ho smesso di guardare dentro l’armadio e ho continuato a fare una cosa che devo dire a volte mi riesce bene: essere felice.
Mi viene meglio accanto a chi amo e che mi ama sempre ed incondizionatamente. In tacchi alti o ballerine.
#chebellalavita

2 Comments on “Ai 40 metto i tacchi. Forse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: