Crazy London/ Camden Market #untaggable

Lo spasso inizia dalla strada principale che costeggia le differenti sezioni del mercato. Prendi la Northern Line e sbuca a Camden Town: ti ritroverai in una Londra “altra”, unica e irripetibile che comincia dalle insegne pazze e colorate della main street e continua in ogni angolo del Canal Lock Market, alle Stables, in Buck street, al piccolo Inverness market.

Dove una volta c’erano solo stalle e campagna, negli anni settanta hanno cominciato a farsi vedere le prime botteghe artigianali e negozi alternativi in un crescendo che non si è più fermato. Certo, anche qui si fa business e ci sono punti vendita delle grandi catene ma l’anima del posto è rimasta uguale. Forse perché è la gente che ci trovi che tiene vivo il mood di Camden Market.

Sono i punk, i patiti del rock e quelli che sanno tutto di heavy metal, appassionati di fetish ed emo che trovi sulla main street a rovistare tra pelle e borchie d’acciaio, gli appassionati di Manga e Cartoon Style colorati e appariscenti, gli amanti del Cyber che, manco a dirlo, si concentrano da Cyberdog.

Cos’è Cyberdog? Un negozio, una disco, un’esposizione permanente? Tutto questo e molto altro. Posso dirvi che all’entrata ci sono due robot enormi che sembrano appena sbarcati da Marte e dentro ogni tipo di oggetto fluo, dal gel per capelli  a tute inguinali che brillano al buio. Gadgets psichedelici e musica a palla messa su da deejay che non si fermano mai tra cubiste e commessi venusiani.

Ne avete abbastanza? Siamo solo all’inizio. Camden Market è qualcosa di più di un mercato. E’ una comunità, un modo di essere dove ognuno trova il suo spazio. Ci sono corsi yoga ed eventi dedicati ai bambini a cui viene insegnato a decorare mostruosissimi  biscotti e pancake glitterosi.  Cantastorie e sessioni di face painting. Puoi imparare a fare un ottimo gin o trovare spezie dall’oriente. Comprare caftani indiani o un paio di Superga dipinte a mano da artisti italiani. Ballare per strada o seguire un concerto sbocconcellando un pezzo di pizza, un falafel, sushi, piadina e tutto ciò che ti passa per la mente.

Qui Banksy sta di casa come tanti altri artisti che rendono i muri del quartiere un’avventura nella street art. Vuoi imparare l’arte del funambolo o del mangiatore di fuoco? A Camden Town c’è il posto che fa per te. Da Oddballs trovi diabolo e birilli da giocoliere, skateboards e monocicli.

Non vi basta ancora? Continuate. A Camden non si finisce mai di scoprire qualcosa di nuovo. Perdetevi tra stand, botteghe e bancarelle, piccoli caffè e foodtrucks. Io mi fermo al Regent’s Canal. Magari salgo su una “narrow boat”, le barche strette e lunghe e arrivo sino a Little Venice, in giro per i canali di Londra…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: