Palermo. Piazzetta Ecce Homo. Perché la bellezza è cosa utile

C’era solo spazzatura. Un immondezzaio a cielo aperto a Ballarò, Palermo, due passi da Casa Professa, la Chiesa del Gesù, la massima espressione del barocco, un gioiello.

Perché Palermo è così, sublime e grottesca. In un continuo alternarsi di bellezza e oscenità. Ci si abitua.

Poi, a maggio, in quell’angolo di pattume ci hanno sistemato fioriere e pedane del vicino mercato di Ballarò che, dipinte, sono diventate panchine colorate. Sui muri gli street artists Gio Pistone e Mangiatori di Patate hanno creato dal nulla bellissimi murales. L’angolo è diventato slargo. La piazzetta Ecce Homo è sgusciata fuori per incanto: bella, sfacciata, forte, viva. Col mercato alle spalle che racconta l’unicità e la tipicità della Sicilia e il gioiello Casa Professa poco più in là.

Perché la bellezza non è cosa inutile e al brutto Palermo non si vuole abituare.

Casa Professa è uno dei  quattro siti legati alla patrona di Palermo, Santa Rosalia, visitabili fino al 31 luglio con la Santuzza Card. Un biglietto unico ad un prezzo modico, otto euro.

Organizza la Cooperativa Terradamare – 320/7672134.

Gli altri siti sono la Torre di San Nicolò, Palazzo Alliata e Palazzo Asmundo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: