22032016 – 100 metri alla Pasqua

Avevo pensato all’Alsazia, una bellissima regione francese, per augurarvi una buona Pasqua, per ricordare insieme l’arrivo della primavera, quell’aria frizzantina ma già più tiepida, quella voglia di sole, di cielo azzurro, di fiori profumati, di camicette leggere.

Poi l’orrore, il sangue, la mia Europa stuprata. Da quel momento ho ripensato decine di volte a quei 100 metri che in ogni aeroporto, anche in quello di Bruxelles, ti portano al check in. Ho rivisto il cancello magico oltre il quale per me c’è la scoperta, l’incontro. Proprio lì dove si è consumato l’orrore. Quei 100 metri che ho percorso ogni volta con un brivido, felice, libera.

E’ arrivata la paura grande, quella che ti paralizza, quella che alza muri e scava trincee.

Ho letto un articolo su Repubblica giorni fa. Il titolo era “Il terminal, luogo simbolo della nostra laicità” . “Ascensione laica attraverso il volo”. Così Francesco Merlo, l’autore, descriveva l’aeroporto. “la più bella fabbrica di libertà  del nostro tempo”. Il terrorismo – diceva – “rischia di militarizzare la vita civile, di legittimare deroghe al Diritto, di farci rintanare nelle case…”. Il terrorismo rischia di cambiare ciò che siamo, come viviamo, ciò in cui crediamo, la libertà di cui siamo fatti.

Non credo sia importante che si continui a viaggiare. Viaggiare è vitale per me, indifferente per altri. Credo che sia importante che si continui ad essere noi stessi, a sentirci vivi. Anche se la paura ci accompagnerà insieme al dolore per chi non c’è più.

Volevo augurarvi una buona Pasqua portandovi in Alsazia, una bellissima regione francese. Volevo condividere con voi un momento speciale di tanti anni fa. La caccia alle uova nascoste dal coniglio pasquale a Colmar, un villaggio da fiaba e tanti bambini, felici, liberi di correre, di sguazzare nell’acqua delle fontane.

Oggi quei bimbi sono cresciuti. Auguro loro un futuro in cui scegliere di percorrere liberi i 100 metri che sceglieranno di percorrere.

Buona Pasqua a tutti. Pace per tutti.

Andiamo in Alsazia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: