La Scozia di Damiano

Quando è iniziata l’avventura di viaggimperfetti.com ho pensato che sarebbe stato bellissimo condividere i viaggi di chiunque ne avesse avuto voglia. Viaggiando impari a condividere. Lo scopri quando dagli altri ricevi strumenti preziosi e impari a guardare con occhi che non sono i tuoi.

I bambini hanno occhi e un cuore fuori dal comune. Riescono a vedere e sentire con l’entusiasmo, la gioia e la mancanza di sovrastrutture che noi adulti non abbiamo più. Viaggiare con loro ha un sapore unico. E’ come mettere un paio di occhiali con lenti colorate o indossare un mantello magico. I bambini la magia la vedono meglio, la sentono e te la trasmettono.

Damiano è un bambino meraviglioso e i suoi genitori, Valeria e Ivan, due viaggiatori speciali con i quali ho condiviso consigli e suggerimenti per viaggi indimenticabili.

Gli occhi di Damiano mi hanno regalato una Scozia straordinaria. Ci è andato con mamma e papà quando aveva appena 23 mesi, con un viaggio di dieci giorni on the road che lo ha portato in castelli incantati, fari sull’oceano e terre sconfinate.

Sono partiti da Manchester, dopo un volo di tre ore. Con un’auto a noleggio hanno risalito la Scozia, pezzetto dopo pezzetto e sempre più a nord, superando il Vallo di Adriano e passando per Edimburgo e Inverness, sino a Thurso.

Damiano è entusiasta quando mi fa capire che mamma e papà lo hanno fatto salire su un aereo incredibilmente grande e su una macchina spaziale sulla quale è partito per un’avventura incredibile. Ride contento quando aggiunge che c’erano tante beeeee bianchissime e che ha incontrato nuovi amici con cui giocare in giardini pieni di fiori e altri animali.

Dopo Thurso sono ridiscesi verso Ullapool, sino all’isola di Skye che hanno percorso, passando per lo Skye Bridge, lungo il circuito da Kileakyn a Armadale. Ci sono arrivati percorrendo la Bealach na Ba, il passo delle mucche, una delle strade più scenografiche della Scozia con una pendenza vertiginosa. Hanno attraversato Applecross, un villaggio sospeso sull’oceano con il porticciolo e i pescherecci ormeggiati e le casine colorate. Poco più avanti le falesie della penisola di Trotternish e il Quiraing, una foresta di rocce e pinnacoli. “Sembrava di stare alla fine del mondo” – mi dice Ivan – “Abbiamo preso il thè circondati da suonatori di cornamusa in Kilt”.

“Te lo ricordi il daino?” – interviene Valeria – “E’ venuto fuori dal nulla. Noi non l’avevamo visto. E’ stato Damiano che ridendo come un pazzo ce l’ha fatto notare. Eravamo proprio ad Applecross. E’ un paesino minuscolo con una strada pedonale di pochi metri”.

La Scozia l’hanno girata in lungo e in largo scegliendo solo strade provinciali e cercando di rispettare i tempi di Damiano che si è subito adeguato ai nuovi ritmi. Ivan mi ha spiegato che a giugno, in Scozia, più si sale a nord, più le ore di luce aumentano. Alle 11.00 di sera c’è ancora una luce stupenda. Damiano era comunque il primo a svegliarsi al mattino e l’unico ad apprezzare il porridge, una polentina di avena, che si mangia calda, con un pizzico di zucchero di canna e latte cremoso.

Ho chiesto a Valeria se avesse avuto problemi col cibo per Damiano. Mi ha risposto che ne ha avuti più Ivan, tra gli amici notoriamente schizzinoso e fedele alla pastasciutta. “In Scozia c’è tanto pesce fresco e specialità come il mince and tatties, carne trita di manzo servita col purè di patate che Damiano ha decisamente gradito. Shortbread, pasta frolla e Dundee cake, torta di uvetta e arance candite, non mancavano in auto durante gli spostamenti. Abbiamo decisamente fatto a meno di haggis e pudding, rispettivamente interiora tritate e sanguinaccio – Ivan fa una smorfia disgustato – ma non ci siamo fatti mancare la carne di manzo Aberdeen Angus e i baps, panini soffici farciti con bacon e uova fritte”.

“Le colazioni in Scozia” – mi dice Ivan – “sono pantagrueliche. Ci fai praticamente colazione e pranzo. Te le godi in scenari da fiaba. Piccoli cottage e bed &breakfast dove abbiamo dormito strada facendo. La Scozia è bellissima. Selvaggia e verdissima. Ricordo ancora il verde di prati e colline quando andava via la nebbia della notte”.

Come mancare Loch Ness e la simpatica Nessie? “ La dinosauretta è diventata la mascotte del viaggio. Damiano impazziva per i peluche e le riproduzioni che c’erano praticamente ovunque. Ne abbiamo uno che ora campeggia nella sua cameretta”.

I castelli scozzesi sono fantastici. Glamis, Stirling e soprattutto Dunottar a Stonehaven, a picco sull’oceano.

“A Damiano raccontavamo di antichi re ed eroi mentre visitavamo castelli e abbazie. Era facile raccontare di fate e antiche leggende in posti così. Un po’ più difficile fargli capire che l’attore che vestiva i panni di William Wallace ad Edimburgo con la faccia blu non era cattivo. Poi ha capito che poteva essere una sorta di supereroe della Marvel e ci ha fatto amicizia ma all’inizio è stata dura…”

E l’emozione più grande? “Vedere l’espressione di nostro figlio quando ha indicato l’orizzonte e ci ha chiesto dove fosse finito il mare. La bassa marea in Scozia lascia una distesa di soffice sabbia bagnata. Ci puoi camminare tra pozze e rocce ricoperte di alghe. Al castello di Eilan Donan, su un isolotto in mezzo alle acque del loch, collegato alla terra ferma da un ponte di pietra, il fenomeno della bassa marea è semplicemente magia”.

Chiedo a Ivan e Valeria “E allora ce l’ha?”

“ Decisamente si. Damiano ha la stoffa del viaggiatore. Oggi è più grande e stiamo già pensando alle prossime avventure…”

 

 

 

 

 

3 Comments on “La Scozia di Damiano

  1. Pingback: Viaggimperfetti.com – Un anno di. Centrata da una noce di cocco – viaggimperfetti.com

  2. Pingback: Grattacieli e grattasole. Damiano negli States – viaggimperfetti.com

  3. Pingback: A volte ritornano…e non sono da soli. Con Damiano e Manfredi in Valle d’Aosta – viaggimperfetti.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: