Mese: febbraio 2016

Vendicari. Tutta colpa del virus

E’ successo. Mi ha beccata. Il virus Cryptolocker ha in pochi secondi cancellato tutto ciò che avevo nel PC. Il mio piccolo mondo in un attimo inghiottito da una pagina nera che mi invitava a pagare una cifra esorbitante. Più i minuti passavano più…

Provenza. 60 volte Aix

Lungo la strada che porta a Aix en Provence vedi a perdita d’occhio campi di girasole. Arrivano fin sotto la montagna di Sainte Victoire che Cezanne ha ripreso in sessanta dipinti diversi. Mi piace pensare che lo fece nel suo piccolo atelier ad Aix,…

Avignone. Il ponte che non è ponte

Il Palazzo dei Papi a Avignone ha un colore diverso al mattino presto. Austero, grandioso, immenso. I suoi archi e le sue torri sovrastano l’intera piazza. Ti siedi sui gradini esterni e stai lì ad osservarlo con calma. I bar sono ancora chiusi e…

Provenza. Ore 6. Pétanque

  Saint Remy de Provence, la città di Nostradamus. Pomeriggio inoltrato, su uno spiazzo di terra battuta dal sole di giugno, una boule in mano e la pezzuola per lucidarla, i giocatori di pétanque attendono il loro turno e osservano in che punto esatto…

Provenza. Sa di buono

Blu, viola, indaco, cobalto, pervinca, lillà. Sfumature di colore che prendono vita quando il vento sfiora i campi di lavanda a Sault, in Provenza. I ciuffi sembrano quasi crescere, alzarsi per poi ritornare giù lentamente. Come un’onda. Il profumo ti investe pungente, forte. Sa…

Camargue. Sara la nera

Ogni anno, il 24 maggio, Sara la Nera viene portata in processione sino al mare accompagnata da gitani e nomadi che raggiungono Saintes Maries de la Mer per onorare la statua nera. Raggiungono la battigia e portano Sara sin dentro al mare. Arrivano a…

Provenza. Come un micio al sole

Dolce far niente…mi dondolo su un’amaca e aspetto che un soffio di vento arrivi e mi rinfreschi dalla calura di giugno a Bonnieux, in Provenza. Sono al Mas des deux puits circondata da lavanda e alberi d’ulivo. Osservo le boccette di ocra che ho…