Budapest. Ho scoperto l’acqua calda

Non sono una trovata fotografica. I giocatori di scacchi immersi nell’acqua delle piscine termali di Budapest ci sono davvero. Li trovate alle Gellert tra colonne di marmo, statue e immensi saloni. O alle Szechenyi, nelle tre piscine esterne, impegnati a giocare su scacchiere galleggianti.

Sotto Budapest ci sono più di cento sorgenti di acqua calda che arrivano nei numerosissimi centri termali della città. Ce ne sono di più moderni e in stile liberty, altri che risalgono alla dominazione turca del sedicesimo secolo, all’aperto o meno, con percorsi benessere o più adatti ai bambini.

Il comun denominatore è il costo, irrisorio, che abbinato a quello dei voli e delle strutture alberghiere fa di Budapest una meta davvero low cost. Piccolo consiglio: non scartate i mesi invernali. Le terme di Budapest sono aperte e frequentate tutto l’anno. L’atmosfera serale tra vapori e luci è magica. Nel parco delle Szechenyi c’è anche una pista di pattinaggio…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: